Adtruism

Adtruism, la beneficenza non è mai stata così facile!

Anche nella sua incarnazione precedente su blogspot, l’Oscilloscopio azzurro ha preferito – fin dall’inizio – rinunciare agli spazi pubblicitari.

Da oggi, sulla barra di destra, c’è una pubblicità e voglio spiegarvi perché!

Si tratta di una pubblicità speciale, perché aiuta l’UNICEF. L’organizzazione, da sempre in prima linea, nella difesa dei bambini di tutto il mondo, ha lanciato, insieme all’UNHCR (Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati) una campagna specifica per aiutare i bambini siriani.

Dopo tre anni di guerra, il numero dei bambini siriani costretti ad abbandonare la propria terra come rifugiati ha raggiunto il milione. Una cifra impressionante, che porta con sé problematiche di ogni tipo.

Come si legge sul sito dell’Unicef,

In base ai dati forniti dalle due agenzie i bambini costituiscono la metà di tutti i rifugiati provocati dal conflitto in Siria. Molti di loro sono riusciti a raggiungere Libano, Giordania, Turchia, Iraq ed Egitto. Sempre più numerosi anche i siriani che fuggono verso i paesi del Nord Africa e dell’Europa. Gli ultimi dati inoltre mostrano che 740mila bambini rifugiati siriani hanno meno di 11 anni. All’interno della Siria – sostiene poi l’Ufficio dell’Alto Commissario per i Diritti Umani – circa 7mila bambini sono stati uccisi durante il conflitto, mentre le stime di UNHCR e UNICEF dicono che oltre 2 milioni di bambini sono sfollati all’interno del paese. Lo sconvolgimento fisico, la paura, lo stress e i traumi subiti da così tanti bambini rappresentano tuttavia solo una parte della crisi che colpisce questa parte di umanità.
Entrambe le agenzie evidenziano infatti le minacce che il lavoro minorile, i matrimoni precoci, il potenziale sfruttamento sessuale e il traffico di esseri umani pongono sui bambini rifugiati.

Unicef.it

Cosa può fare ciascuno di noi nel proprio piccolo? Tante cose, dall’impegnarsi in prima persona (se si hanno le professionalità giuste) direttamente in quei paesi, al sostenere economicamente le organizzazioni che, come UNHCR e Unicef (ma non sono le sole) si stanno dando da fare sul campo per alleviare la sofferenza di tanti bambini. Ma anche contribuire a diffondere, sulle piattaforme social che frequentiamo ogni giorno e dai nostri post, le notizie che riguardano questa emergenza. Oppure, inserire un widget sul nostro sito o blog, senza chiedere soldi a nessuno.

A farlo, ci aiuta Adtruism, una startup non profit irlandese, sostenuta dalla Healy Foundation e da Social Entrepreneurs Ireland, oltre che dalle donazioni di chiunque voglia contribuire al suo sostegno.

 

 

Come spiegato nel video, Adtruism funziona in modo davvero molto semplice:

1. Direttamente dal sito è possibile scegliere l’organizzazione da sostenere (ad oggi, le possibilità comprendono alcune realtà irlandesi e inglesi, e altre che operano su scala globale, come Unicef o l’UNHCR):

adtruism1

 

 

2. In 3 passaggi si crea un widget da inserire sul proprio sito o blog:

adtruism2

 

3. Ogni volta che qualcuno di voi clicca sull’ad, il click si concretizza in una donazione che va direttamente e per intero all’organizzazione prescelta.

adtruism3

 

 

adtruism4

La creazione del widget richiede pochi minuti e 3 schermate. Io, per esempio, ho fatto così:

1. Ho scelto l’organizzazione:

adtruism7

 

2. Ho inserito il mio nome, il mio indirizzo mail e l’URL dell’Oscilloscopio:

adtruism6

 

3. A quel punto, mi è stato chiesto che tipo di icona preferivo e mi è stato fornito il codice da copiare nel widget HTML di WordPress:

adtruism5

 

Il procedimento è davvero alla portata di tutti. Perché non lo fate anche voi? A voi e ai vostri lettori non costa nulla, ma potrebbe aiutare tante persone :)

N.B. All’inizio, sembrava che il widget non si piacesse col tema del blog, per cui devo ringraziare davvero Brian McCormick di Adtruism, che mi ha aiutata a configurarlo :)

 

LINK UTILI:

Sito ADTRUISM

Sito dell’Unicef

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>